Il Meeting è un evento SMART (specifico, misurabile, realizzabile, coerente e ottimizzato nell’uso delle risorse) che punta a ridurre l’impronta ecologica delle proprie attività attraverso un costante impegno verso la sostenibilità.

Ogni azione è connessa ad una scadenza che prevede una serie di step di verifica, con precise relazioni tra le varie attività necessarie al suo compimento.
Ma è anche misurata sull’impatto ecologico che produce dal punto di vista ambientale.

Per questo motivo, abbiamo aderito ad una serie di iniziative che consentano di applicare i principi della sostenibilità ad ogni singola attività, mantenendo elevati profili di sviluppo, di coesione sociale e di educazione civica.

Essere un evento sostenibile dimostra con l’esempio il nostro impegno per lo sviluppo sostenibile.

In generale, va diffondendosi sempre più la sensibilità alle tematiche della sostenibilità e quindi crediamo ci si aspetti che il Meeting sia in qualche modo “sostenibile”, mostrandosi molto critico circa l’attuale modello dei grandi eventi, con inutili sprechi di risorse.

Piace pensare che ogni conferenza, ogni incontro, ogni esperienza che promuoviamo sia un’opportunità unica per sensibilizzare ulteriormente partecipanti, partner, fornitori di servizi e cittadinanza sui benefici dei prodotti più ecologici, della filiera a km zero, dell’agricoltura biologica, dell’utilizzo di edifici “verdi” per realizzare eventi.

In particolare la filiera a chilometri zero e l’agricoltura biologica, oltre a ridurre le emissioni consentono di preservare le biodiversità e le tradizioni enogastronomiche locali, con positivi risvolti anche in termini di inclusione sociale. Per questo motivo siamo tra i promotori del Manifesto Bioslow.

UN EVENTO SMART E SOSTENIBILE, CHE IMPEGNA l’intera organizzazione nell’utilizzo efficace delle risorse, combattendo gli sprechi e riducendo i costi ambientali e sociali

Siamo consapevoli dell’impatto rilevante che ciascun evento genera nella sua stessa realizzazione in termini ambientali, sociali ed economici: riteniamo quindi importante contribuire ad un’attività strutturata di gestione e monitoraggio delle iniziative promosse, con conseguente riduzione dei costi ambientali e sociali, confidando nel gradimento e nel sostegno da parte dell’opinione pubblica.

Le linee guida di Roma Capitale per gli eventi sostenibili

All Routes lead to Rome gode del Patrocinio di Roma Capitale.
Ma siamo consapevoli che il numero di iniziative che possono fregiarsi di questo autorevole riconoscimento si aggiri ogni anno intorno alle 1.500 attività.

Per questo motivo Cammini d’Europa ha deciso di aderire volontariamente alle Linee guida per gli eventi sostenibili, confermando il suo impegno per:

  • Ridurre le emissioni di gas a effetto serra (GHG), attraverso l’analisi delle emissioni necessarie (espresse in CO2eq) e creando azioni di compensazione per quelle inevitabili;
  • Minimizzare l’utilizzo e il consumo di risorse naturali (ad esempio acqua ed energia);
  • Evitare la produzione di rifiuti, ove possibile, e provvedere al riutilizzo e/o riciclo dei rifiuti residui;
  • Promuovere a livello locale i benefici economici, sociali ed ambientali derivanti dalla realizzazione degli eventi sostenibili;
  • Garantire livelli certi di salute e sicurezza di tutti gli attori coinvolti;
  • Aumentare la consapevolezza dei partecipanti, del personale, dei partner, dei fornitori di servizi, degli sponsor e dei cittadini sui temi della sostenibilità attraverso una chiara comunicazione degli obiettivi e delle misure adottate;
  • garantire un’ottica di filiera per l’acquisto di beni e servizi necessari alla realizzazione del Meeting e di tutti gli eventi connessi, estendendo l’applicazione dei principi di cui sopra.

PER APPROFONDIRE L’ARGOMENTO, SCARICA LE LINEE GUIDA

 

Rispondi