Federico Massimo Ceschin nuovo segretario generale di Cammini d’Europa

E’ Federico Massimo Ceschin il nuovo Segretario generale dei Cammini d’Europa. Così si è concluso, con voto unanime, l’incontro degli associati convocato a Bologna per pianificare il triennio 2017/20.

A Ceschin, esperto di valorizzazione dei territori e dei patrimoni culturali con un curriculum significativo nel mondo degli itinerari e dei cammini, è stato affidato il compito di rilanciare la rete di cooperazione internazionale, nata anche con il sostegno dell’Unione Europea e indirizzata a sostenere lo sviluppo e la crescita delle regioni e dei territori attraversati dai principali itinerari culturali che attraversano il continente e guardano verso l’Oriente e il Mediterraneo.

Nel prossimo triennio, la rete intende attuare azioni e misure ispirate dalla Convenzione di Faro del Consiglio d’Europa, ovvero ripartire dal concetto che la conoscenza e l’uso dell’eredità culturale rientrano fra i diritti dell’individuo a prendere parte liberamente alla vita culturale della comunità ed a godere delle arti.

Cammini d’Europa in questi anni ha coinvolto soggetti pubblici e privati in una visione mirata ad accrescere il sentimento di appartenenza a una comune cultura europea“, ha ricordato Giovanni Pattoneri, ora chiamato ad assumere la responsabilità di Presidente del Comitato Scientifico: “Ora dobbiamo allargare gli orizzonti e, nel contempo, radicarci maggiormente sui territori. Con la redazione delle Linee guida per la creazione e la gestione degli Itinerari culturali, la creazione della Board nazionale insieme a Società Geografica Italiana e la nascita del coordinamenti territoriali, siamo certi che Cammini d’Europa possa essere protagonista della nuova stagione della Programmazione europea“.

Lavoreremo per tornare a posizionare l’Italia come crocevia di culture, come cerniera tra l’Europa e il Mediterraneo, nella piena valorizzazione delle differenze e delle diversità, senza muri e senza barriere. Le connessioni e le relazioni che si realizzano lungo gli itinerari culturali, le rotte, i cammini e le ciclovie sono energie fondamentali per la valorizzazione storica, culturale e socioeconomica dei luoghi, in chiave sempre orientata alla lentezza e alla sostenibilità ambientale“, ha dichiarato Federico Massimo Ceschin.

Tra le novità del 2017, la candidatura al Consiglio d’Europa dell’Itinerario connesso al “Viaggio in Italiadi Goethe, di cui ricorre il bicentenario. E una nuova edizione dell’evento “All Routes lead to Rome“, che quest’anno sarà dedicato alla “Economia della Bellezza“.


Per informazioni e per entrare in contatto, puoi utilizzare la pagina Facebook di Federico Massimo Ceschin.